TRADIZIONI USI E COSTUMI

Trenodia, a Matera anche il corteo funebre è arte

Trenodia - il logo di Trenodia

Trenodia, un altro dei tanti progetti per Matera 2019. Un’iniziativa che vedrà un corteo funebre come forma d’arte corale e collettiva attraverso luoghi, persone, tradizioni e interpretazioni in una lunga e spettacolare performance.

Trenodia

Trenodia è un progetto di Matera Capitale Europea della Cultura 2019, coprodotto, dalla Fondazione Matera Basilicata 2019 & Sponzfest Sottaterra 2019. Mariangela e Vinicio Capossela hanno curato l’intero progetto. Si tratta di un’opera d’arte interdisciplinare che mescola letteratura, musica, e arti visive. Immaginifico, itinerante e in divenire, questo progetto propone di condividere con la gente l’intera performance. La realizzazione di questo progetto è il frutto dei laboratori dell’artista Mariangela Capossela, impegnata in progetti d’arte pubblica.

Trenodia - Capossela
Vinicio Capossela

Tutto si svolgerà nei territori che ospiteranno il corteo, coinvolgendo anche associazioni locali. La performance vedrà la partecipazione anche di artisti, in un particolare corteo funebre che dal 18 al 29 agosto proporrà vari itinerari. Questi percorsi toccheranno la Calabria Ionica, Alta Irpinia, Lucania, Isola di Capo Rizzuto (KR), Calitri (AV), Cairano (AV), Lacedonia (AV), Tricarico (MT) e Matera. Trenodia vuole cercare di trasformare la lamentela in pianto rituale.

Elio Germano a Matera 2019 per Trenodia

Una sorta di lamentazione collettiva, foriera di creazione, aggregazione, e come dice Ernesto De Martino, chiave di volta per potersi rialzare e tornare alla vita. Sarà un pianto per la comunità, ma rigenerante. Un corteo nella sua ritualità e cerimoniosità, composto da centinaia di prediche, darà vita ad una lamentazione funebre per risorgere. Durante queste cerimonie itineranti, ci saranno danze, e orazioni, litanie a ricalcare il rito funebre comune.

donne che piangono ad un funerale
Donne piangenti e ammantate di nero che ricordano un corteo funebre del passato

Tutti sono invitati ad aderire al progetto Trenodia componendo una lamentazione in versi, prosa o musica. Sarà anche possibile partecipare ai cortei e al banchetto con azioni inerenti alla poetica del progetto. La performance artistica si svolgerà all’aperto: per strade, vicoli, piazze e sentieri, attraverso Calabria, Campania e Basilicata. “Trenodia” troverà la sua conclusione catartica a Matera, con un concerto di Vinicio Capossela alla Cava del Sole.  Parteciperanno, tra gli altri, Elio Germano, Mario Brunello, Raiz, Daniele Sepe.

Corteo funebre della Calabria Ionica

Ci sarà anche il “Banchetto funebre”, per una condivisione che opererà una transizione verso una lamentatio più carnale e conviviale. Sarà come riaffermare la vita, in cui le tradizioni culinarie funebri si uniranno alle declamazioni liriche. Idealmente, Gli oggetti del compianto, e i testi vengono già raccolti tutti sui siti e social di Sponzfest e Matera 2019; ma anche  nei luoghi coinvolti dal progetto.

Trenodia - Prefiche
Le prefiche, donne che anticamente erano pagate per piangere ai cortei funebri

Nei luoghi protagonisti della performance, sono state raccolte anche testimonianze, melodie e ritualità locali, legate alla tradizione del pianto funebre. Da notare che nella Calabria Ionica, ancora oggi, nella lingua e nella lamentazione funebre, c’è il metodo greco. In Alta Irpinia, nei paesi arcaici svuotati ha luogo lo Sponzfest. E, ancora, c’è Tricarico, paese-mondo di Rocco Scotellaro, del carnevale dei Cuba-Cuba. E poi il cammino rituale continua fino a Matera per deporre gli oggetti del caro estinto nel sasso Caveoso, in processione.

L’opificio del nero

Il corteo attraverserà le chiese rupestri e i borghi fino alla catarsi liberatoria del rito musicale alla cava del sole. La realizzazione di Trenodía si basa fondamentalmente sul coinvolgimento della popolazione e di chiunque voglia aderire. L’intero progetto di Trenodía inizia con una stazione preparatoria, l’opificio del nero, una performance in cui verrà intinto nel colore nero il tessuto che servirà a vestire il corteo.

Trenodia - Trenodia nella grafica

I gesti, fondamentali come parte della ritualità collettiva e corale, saranno accompagnati anche da continue litanie di voci recitanti. Trenodía in cammino dal profondo sud, verso Matera, suggestiva e atavica, inizierà il 18 agosto. Primo fuoco. Calabria ionica. 19-25 agosto. Secondo fuoco. Sponzfest, Alta Irpinia.  27-29 agosto. Terzo fuoco Lucania

Simona Aiuti

Autore: Simona Aiuti

Mi chiamo Simona Aiuti, sono giornalista, web editor e autrice di romanzi. La scrittura è parte di me; amo la letteratura, esplorare i mutamenti del costume, la storia, lo sport, e l’arte. Mi piace visitare i musei, le mostre. Sono affascinata dall’inconoscibile e curiosa del mondo.
Trenodia, a Matera anche il corteo funebre è arte ultima modifica: 2019-08-02T08:36:30+02:00 da Simona Aiuti

Commenti

To Top