CIBO

Partono da Matera nuovi progetti per il buon cibo e il mangiar sano

social food forum - alimenti buon cibo

Social food forum, ovvero l’impatto del cibo sull’ambiente, le persone, le economie e la politica del momento. Questo il tema portante dell’iniziativa ideata e promossa da “Mammamia” insieme al social designer e scrittore inglese John Thackara.

Social Food Forum - immagine di matera

Ad ospitare il forum, la città di Matera che è la capitale europea della cultura per il 2019. Il Social food forum ha vantato la co-prodozione di Casa Netural Matera’s social innovation hub, e  Matera Basilicata 2019 Foundation. All’iniziativa hanno partecipato numerosi social food curator provenienti da tutta Italia e anche da diversi Paesi europei. Il Social food forum ha messo a confronto storie importanti del mondo dell’agricoltura, della cucina, del cibo, delle città sostenibili. Casi virtuosi da sostenere, esperienze da emulare.

I partecipanti

Tra i partecipanti al forum i fondatori di Wonder Grottole il progetto di ripopolamento del paesino di Grottole, in provincia di Matera; i rappresentanti di FunkyTomato che hanno creato una filiera agricola ad alto impatto sociale; gli ideatori di Vazapp, l‘hub rurale che riunisce agricoltori e imprenditori dell’agroalimentare. E poi, ancora, i proprietari dell’azienda biologica il Querceto” che insieme a “Rete Semi Rurali” si è specializzata nella tutela e produzione di cereali. Al Social food forum presente anche “Panecotto ethical bistrot”, un progetto finalizzato all’inclusione sociale di soggetti svantaggiati;

Social Food Forum - campo in coltivazione

Agrinetural impegnata a sviluppare un metodo operativo per riqualificare gli spazi verdi abbandonati delle città, al fine di trasformarli in aree coltivate o luoghi di relazione. Tra gli altri anche “Liminaria“, un progetto di co-working che coinvolge le province di Benevento, Foggia e Campobasso. Al Social food forum anche Casa Netural che individua i luoghi lasciati nell’incuria e nel degrado per riqualificarli e farli rinascere come spazi coltivabili.

Green paper

Il social food green paper è la carta programmatica che costituirà il resoconto dei lavori relativi al forum materano. Il documento definirà competenze e risorse necessarie come base di lavoro per il futuro. Già a settembre 2019 Matera sarà teatro di un evento frutto della condivisione di ricette di famiglia.

Social Food Forum la cucina delle mamme

Artefice dell’evento la community #Mammamiaaa, che celebra il ruolo delle donne nella creazione dei pasti, organizzando tavole conviviali in tutta Europa. “Il cibo” come sostiene Tackara “significa relazioni, e non solo nutrimento; cura, e non solo consumo. Cibo significa connessione con un luogo, solidarietà e accoglienza tra generazioni di diverse culture. Un contadino non produce solamente prodotti ma insieme agli altri cittadini, gestisce sistemi agro-ecologici dove acqua, terra, energia, biodiversità e solidarietà sociale sono interdipendenti tra loro”.

 Atlas

Tackara vuol mettere in relazione piccole realtà che agiscono positivamente sulla propria comunità e il social food è solo uno dei campi di applicazione di questa filosofia. Il forum di Matera vuole incentivare la nascita di un movimento trasversale, partendo dalla mappatura globale di un’ampia varietà di progetti: dalle cucine comunitarie all’agricoltura terapeutica, dai progetti di recupero del suolo a quelli di salvaguardia dei semi.

Social Food Forum - un piatto di pasta

Ciò senza dimenticare gli orti scolastici, i catering con programmi sociali, i progetti alimentari che puntano sull’integrazione di soggetti deboli, progetti di forest food, apicoltura urbana, progetti di commercio equo. Una delle eredità del forum materano sarà il Social Food Atlas: un atlante di progetti sociali legati al cibo. Una guida per incentivare la creazione di eventi e reti che celebrano il valore culturale del buon cibo della tradizione e degli effetti benefici del mangiar sano.

( Foto Facebook: Social food forum/’Mammamia’)

Partono da Matera nuovi progetti per il buon cibo e il mangiar sano ultima modifica: 2019-03-11T10:03:37+02:00 da Maria Scaramuzzino

Commenti

To Top