Roots-in, alla borsa internazionale del turismo delle radici grande interesse per la Basilicata - itMatera

itMatera

EVENTI NEWS

Roots-in, alla borsa internazionale del turismo delle radici grande interesse per la Basilicata

Roots In Forum

“Roots – In” grande successo per la prima edizione della borsa internazionale del turismo con uno sguardo al prossimo anno, per la seconda edizione 2023.

Roots – In, una vetrina internazionale per la Basilicata

A conclusione della prima borsa internazionale sul turismo delle origini Roots – In, la Regione, l’Apt Basilicata, con la collaborazione di Enit e la DG per gli italiani all’estero del ministero degli Affari esteri, già pensano alla seconda edizione che si svolgerà il 20 e il 21 novembre 2023. L’evento appena terminato ha dimostrato quanto sia attrattiva la Basilicata e il turismo lento e sostenibile. Al forum tenutosi a Borgo Vesuvio si sono registrate circa cinquecento presenze, provenienti da tutta Italia e, dall’estero; stakeholder e operatori del mondo del turismo.

Roots In L'ingresso

Dopo gli interventi istituzionali di rito del presidente della Regione, Vito Bardi, del presidente del Consiglio regionale Amedeo Cicala e del sindaco di Matera Domenico Bennardi, il direttore dell’Apt Basilicata Antonio Nicoletti ha illustrato le strategie di promozione territoriale per la Basilicata. Gli interventi previsti mirano a “intercettare diversi segmenti di mercato con azioni che si muovono nell’ambito dell’innovazione e della sperimentazione. L’ambizioso obiettivo è quello di porre la nostra regione all’avanguardia nel modo di fare promozione territoriale”.

Grande collaborazione tra istituzioni private e pubbliche

Questo il motivo della creazione di un evento internazionale come Roots -In, che è dedicato a un “segmento di turismo che esiste da sempre, ma che è ancora troppo poco conosciuto e valorizzato, come il turismo delle origini”. Nicoletti, infatti, plaudendo alla grande partecipazione e agli sforzi dei partner e ideatori, ha confermato la bontà di questa grande intuizione. Un sentito ‘grazie’ anche al “supporto di ENIT e MAECI che hanno condiviso con noi l’importanza di realizzare un appuntamento come questo”. Ciò, al fine di dare rilevanza internazionale a una regione piccola come la Basilicata.

Roots In Gli Stand

Contributi alla buona riuscita dell’evento sono arrivati sia da istituzioni pubbliche sia da enti privati. Si è intessuto un proficuo dialogo tra le due parti come ha tenuto a sottolineare Sandro Pappalardo, rappresentante della Conferenza Stato regioni nel cda di Enit. Pappalardo si è inoltre soffermato sulla necessità di intercettare nuovi mercati per incrementare conoscenze e relazioni.

Roots -In una opportunità per gli italiani all’estero

Tante le attività illustrate ai buyer esteri. E Giovanni Maria de Vita, responsabile Turismo delle radici, ha elencato il programma messo in piedi dal ministero degli Affari esteri in vista del 2024, anno nazionale del Turismo delle radici. “I discendenti degli italiani che vivono all’estero rappresentano una grande opportunità per il turismo emozionale, ma dobbiamo considerarli non come un bene economico, ma come uno straordinario patrimonio di relazioni, di storia, di identità.

Nell’ambito del progetto PNRR dedicato al turismo delle radici, vogliamo mettere a disposizione di questo valore una serie di servizi come il Passaporto delle radici, con una serie di incentivi per venire in Italia, o la digitalizzazione delle anagrafi comunali e tanto altro”. Il direttore generale per l’attuazione del PNRR del ministero della Cultura, Angelantonio Orlando, ha parlato delle opportunità fornite dal PNRR per la realizzazione dei progetti lucani. “Su circa 40 progetti presentati ben 18 hanno superato la selezione per un investimento complessivo di 30 milioni di euro”.

Le periferie tornano al centro della programmazione regionale

Gianpiero Perri consigliere scientifico per l’attuazione del Pnrr ha affermato che la Basilicata formata da aree interne ha profuso un grande impegno per la valorizzazione del proprio patrimonio territoriale. Con i suoi borghi, paesaggi, luoghi di interesse “la Basilicata è capace di aggiungere bellezza alla bellezza ereditata. In questo cammino è necessario lo sforzo di tutti sapendo che non bisogna avere paura di occhi ed idee che arrivano dall’esterno. La felice esperienza di Matera 2019 è la sintesi perfetta di quello che la Basilicata può fare”. “Le periferie tornano al centro della programmazione regionale”. Questo è il messaggio emerso dalle testimonianze dei comuni di Irsina, Tornareccio, Sommacampagna e dall’intervento dell’assessore regionale Cosimo Latronico.

Roots In Sellers E Buyer Contrattano

Anticipata, inoltre, la prossima pubblicazione di “un bando rivolto a giovani, guide turistiche, travel designer, esperti di comunicazione e a diverse altre figure professionali”. Intensi sono stati gli scambi tra buyer internazionali e seller italiani, le 11 regioni rappresentate dagli operatori di filiera hanno restituito feedback positivi. E la Basilicata si è dimostrata all’altezza della situazione. Appuntamento quindi, alla seconda edizione del 2023, con proposte ancora più allettanti che favoriscano la riscoperta delle proprie origini.

Roots-in, alla borsa internazionale del turismo delle radici grande interesse per la Basilicata ultima modifica: 2022-11-23T06:48:04+01:00 da Gianna Maione

Commenti

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Promuovi la tua azienda in Italia e nel Mondo
To Top
0
Would love your thoughts, please comment.x