EVENTI SCUOLA

Matera tra le mete europee del progetto Erasmus “Finding Our Roots”

Erasmus a Matera

“Da qualche parte, qualcosa di incredibile attende di essere conosciuto”. (Carl Sagan). L’istituto ‘G. Pascoli’ di Matera ospita la prima tappa del progetto Erasmus + dal titolo Finding our roots”: soltanto con un occhio estraniato è possibile capire e trovare le nostre radici.

Erasmus A Matera - L'istituto Pascoli

L’istituto “G. Pascoli di Matera” che ospita il progetto Erasmus

L’Erasmus

L’ormai noto Erasmus, acronimo di European Region Action Scheme for the Mobility of University Students, è un programma di mobilità studentesca. Assume il nome dall’umanista e teologo olandese, Erasmo da Rotterdam, famoso anche per aver viaggiato in lungo e in largo con lo scopo di conoscere quante più culture possibili. Nato da un’intuizione che la pedagogista italiana Sofia Corradi, oggi conosciuta come “Mamma Erasmus”, ebbe nel 1969, ha raggiunto ormai il suo 32° anno. Fu istituito, infatti, dall’Unione Europea nel 1987.
Il progetto offre agli studenti universitari l’opportunità di studiare un periodo di tempo, che va dai 3 mesi a un anno. Il percorso di studi si può effettuare in un’università straniera convenzionata con l’ateneo di appartenenza. Dal 2014 ha assunto il nome di Erasmus Plus ed è esteso anche agli istituti superiori convenzionati.

Erasmus A Matera Studenti Europei

Studenti europei coinvolti nei programmi Erasmus

I numeri del progetto

In trent’anni d’esistenza, oltre 4 milioni di studenti si sono spostati in tutta Europa. Solo in Italia, sono circa quarantamila gli universitari che, ogni anno, aderiscono a questo progetto. Le mete più gettonate? Spagna, Francia, Germania e Regno Unito. Grazie a tale progetto milioni di ragazzi hanno goduto della possibilità di vivere una delle esperienze più belle e formative della vita accademica. L’Erasmus non solo offre l’opportunità, a chi vi partecipa, di maturare, diventare più autonomo e responsabile, ma è anche il modo migliore per incontrare persone con lingue, usi e costumi diversi dai propri. E l’incontro tra culture abbatte muri e genera conoscenza. “Arricchiamoci delle nostre reciproche differenze” – scriveva Paul Valéry.

Erasmus A Matera Immagini Del Progetto

Un collage di immagini del progetto Finding our roots

L’esperienza Erasmus a Matera

Proprio in questi giorni sono ospitati a Matera venti alunni e quindici docenti di cinque istituti scolastici, nell’ambito del progetto “Erasmus +Finding Our Roots”. Nei giorni scorsi sono arrivati studenti e professori da cinque diversi Paesi: Bulgaria, Grecia, Polonia, Svezia e Turchia.
La sede italiana per la prima tappa del progetto è l’istituto comprensivo ‘G. Pascoli’. Il dirigente scolastico, Michele Ventrelli, ha fortemente voluto l’iniziativa al fine di incentivare l’apertura ad altre culture e la cooperazione con istituzioni scolastiche estere.

Erasmus a Matera - vari loghi

L’Erasmus+ arriva all’istituto ‘Pascoli’ di Matera

Come si articola il programma

Il programma FOR prevede incontri, in lingua inglese, in tutti e sei i Paesi coinvolti. Dopo aver accolto gli ospiti nella propria scuola, venti alunni e quindici docenti del Pascoli partiranno per presenziare le altre fasi del progetto che si terranno negli altri cinque Paesi.
A Matera, il progetto tratta il tema del “traditional food; a Koluski, in Polonia, dal 27 al 31 maggio, sarà sviluppato il tema “traditional dances”. In Grecia, nella scuola di Salonicco di Alexandrupolis, verrà presentato, dal 14 al 18 ottobre, il tema “national monuments and traditional games”.
L’anno prossimo toccherà ai restanti tre Paesi. La Svezia, nella città di Trollhattan, ospiterà l’evento nel mese di gennaio, a Velico Tarnovo, Bulgaria, si andrà a marzo. La tappa conclusiva si terrà nell’istituto scolastico Misak-I-Milli di Izmir, in Tuchia, a fine maggio.
L’obiettivo del progetto è, oltre a migliorare le competenze nella lingua inglese, quello di accrescere la conoscenza delle radici culturali ed etniche di ogni paese ospitante.

Erasmus A Matera - due tutor durante una lezione

Due tutor straniere impegnate in una lezione del progetto Erasmus ‘Finding our roots’

Le giornate all’istituto ‘ Pascoli’

Nel teatro del comprensorio materano, si è tenuta la cerimonia inaugurale. Ha aperto la presentazione il dirigente scolastico. Si sono succedute sul palco per i saluti alcune autorità del Comune e della Fondazione Matera Basilicata 2019. È intervenuta la professoressa Lucia Montemurro, coordinatrice del progetto, e ha portato il saluto, ringraziando per l’accoglienza, la delegazione degli ospiti. I docenti di musica della scuola materana hanno, poi, allietato i presenti con gli inni nazionali dei Paesi ospiti e l’Inno alla Gioia, inno dell’Unione Europea.
Nel pomeriggio ha avuto il via il primo laboratorio: quello sulla pasta fresca fatta a mano. Alcuni giorni saranno destinati alla scoperta delle bellezze della città dei Sassi, capitale europea della cultura. Durante la settimana seguiranno i laboratori sulla cucina tradizionale con la presentazione e degustazione di piatti tipici. È in programma un’uscita in una fattoria didattica durante la quale gli studenti potranno assistere alle fasi di produzione del pane e del formaggio.

Erasmus - La preparazione del pane

Traditional food: laboratorio sulla preparazione del pane.

La settimana materana si concluderà con un incontro tra i coordinatori del progetto, i quali faranno il punto della situazione e tracceranno il percorso da sviluppare nelle tappe successive.

(Foto Facebook: istituto Pascoli Matera/Finding our roots-FOR Erasmus + project)

Serena Villella

Autore: Serena Villella

Serena di nome e di fatto. Appassionata e paziente.
Una laurea triennale in Lingue Moderne e una specialistica in Interpretariato e Mediazione Interculturale.
Amante della vita e irrimediabile sognatrice.
“Vedo orizzonti dove gli altri disegnano confini”.

Matera tra le mete europee del progetto Erasmus “Finding Our Roots” ultima modifica: 2019-03-13T10:20:07+01:00 da Serena Villella

Commenti

To Top