I MATERANI RACCONTANO MATERA

itMatera

TRADIZIONI VALORI

La Bruna, Matera rende onore alla sua amata patrona

il mib a matera

La Bruna è la Madonna di Matera, la patrona della città che viene festeggiata ogni anno il 2 di luglio. La festa della Bruna, edizione 2019, acquista un valore aggiunto in quanto si tiene in una Matera che è capitale europea della cultura, con gli occhi del mondo puntati sugli eventi della città dei Sassi. Quella della Bruna è una festa che ha aspetti religiosi molto forti e intensi come la processione dei pastori che si svolge all’alba.

La madonna della Bruna nel duomo di matera

Poi c’è la processione del pomeriggio con tanti personaggi in costume e infine, in tarda serata, il cosiddetto “Strazzo”. Si tratta dell’assalto al carro di cartapesta che viene letteralmente distrutto e ognuno cerca di portarne via un pezzo considerato quasi una reliquia. La festa di Maria Santissima della Bruna con quella di quest’anno è giunta alla 630ma edizione.

La Bruna trasportata sul carro trionfale

Per la 54ma volta il carro trionfale che trasporterà la Madonna della Bruna in processione è realizzato dai maestri artigiani Pentasuglia coadiuvati da maestri d’ascia e da maestri cartapestai. Alla lavorazione del carro 2019, inoltre, hanno dato il loro contributo un gruppo di migranti del progetto Sprar della cooperativa “Il sicomoro”.

il carro della bruna di matera

E, ancora, un’artista spagnola giunta in città col programma Erasmus per “Giovani imprenditori” e Stefano Faravelli, artista viaggiatore, innamorato di Matera. Il carro, quest’anno più che mai, è l’emblema di una nave che accoglie persone di diversa nazionalità, simbolo di una città accogliente qual è Matera al centro della cultura europea. Da 630 anni il carro trionfale è espressione di creatività, sapienza artigianale, di talento messo a disposizione della comunità.  

La Bruna, il messaggio di mons. Pino Caiazzo, arcivescovo di Matera


“Questo è l’anno in cui Matera rappresenta l’Europa, anzi è l’Europa – scrive mons. Pino Caiazzo, arcivescovo di Matera nel suo messaggio per la festa della Bruna – Tutti assistiamo al gran numero di persone che attraversano le strade della nostra città: i popoli s’incontrano, le lingue dialogano, le diversità sono sempre più ricchezza di un nuovo umanesimo”. Il prelato aggiunge: “Non solo Matera è al centro dell’Europa, tutta la Basilicata lo è.

la processione della bruna con i sacerdoti e i fedeli

Matera – sottolinea ancora mons. Caiazzo – è città ricca di storia millenaria, di uomini e donne che hanno impreziosito la cultura italiana. Oggi da Matera diciamo all’Europa, con Papa Francesco, che ‘abbiamo bisogno di aiutarci a non cedere alle seduzioni di una cultura dell’odio, individualista’.  Dobbiamo ridare anima al popolo e farlo crescere, dobbiamo camminare insieme per costruire la storia senza dimenticare che l’Europa ha incontestabili radici cristiane”.

La devozione nata oltre seicento anni fa

Dal 1389, il 2 luglio di ogni anno la città di Matera esprime tutta la sua devozione e deferenza per la sua patrona. La festa della Madonna della Bruna si può considerare un po’ come un capodanno religioso per i materani che per mesi lavorano al programma delle celebrazioni per la loro veneratissima Maria Santissima della Bruna.

matera in festa per le celebrazioni della patrona

Il comitato della festa presenta ogni anno un cartellone ricchissimo di appuntamenti: i riti religiosi e di pietà popolare vengono affiancati da spettacoli e manifestazioni di vario genere. Una tradizione plurisecolare a cui i materani non rinunciano e che, da sempre, unisce il sacro al profano.

(Foto Facebook Festa della Bruna)

La Bruna, Matera rende onore alla sua amata patrona ultima modifica: 2019-07-02T09:25:52+02:00 da Maria Scaramuzzino

Commenti

To Top