EVENTI SPORT

Matera Calcio, la sua storia tra alti e bassi

Stadio Matera

Lo stadio del Matera

Il calcio a Matera arriva nel 1933. In quest’anno che viene fondata l’Unione Sportiva Matera, che partecipa subito al campionato di Terza Divisione prima e Seconda Divisione dopo. Poco prima del campionato del 1936/37 l’Unione Sportiva Matera si trasforma in Associazione Sportiva Materana e continua l’attività sportiva anche durante il secondo conflitto mondiale, consolidandosi come massima espressione calcistica cittadina.

La storia del S.S. Matera Calcio

Nel 1944 partecipa alla Coppa CONI, unica squadra non pugliese presente alla competizione disputata in una Puglia appena liberata dalle forza alleate. Nel dopoguerra nasce la nuova società Matera Calcio che adotta come colori definitivi il bianco e l’azzurro. Partecipa al campionato pugliese di Prima Divisione, terminando al nono posto. Nel 1950 prende parte al campionato interregionale di Promozione dal quale, però, retrocede. Partecipa per la prima volta al campionato di Promozione lucana, vincendolo nel ’53. In questi anni la società cambia varie volte. Finalmente nel 1963 nasce il Foot Ball Club Matera, dall’unione tra la Libertas e l’Acli Piccianello. Ben presto vince il girone e diventa campione lucano di Prima Categoria. Nel ’65 ritorna in Serie D. Si affaccia alla dirigenza della società Franco Salerno, che ne sarà il presidente per ben 22 anni. Arrivano i primi grandi successi con la promozione in Serie C. Negli anni sessanta vive fasi alterne: retrocede in D, risale in C, è ammessa nella C1.

Formazione 2018/2019

Formazione 2018/2019 del Matera Calcio

La Serie B e poi…

Alla fine degli anni ’70 il Matera raggiunge i massimi livelli di sempre, entrando per la prima e unica volta nella serie B. Ma poi, il declino. Il Matera crolla e vive una doppia retrocessione, dalla B alla C2. Una seconda doppia retrocessione, dalla C2 alla Promozione, avviene nella seconda metà degli anni ottanta. I soci del F.C. Matera decidono di unirsi all’altra realtà del calcio materano, il Pro Matera, dando vita alla Pro Matera Sport, divenuta poi Matera Sport. Nel 1990 il Matera torna in D. Vince il prestigioso Trofeo Jacinto, torneo giocato tra le vincitrici dei gironi dell’Interregionale, e diventa Campione d’Italia Interregionale. La nuova Matera sport risale nei primi anni novanta in C2 e dopo dodici anni torna in C1. Ma anche questa volta segue una retrocessione, dovuta, però, a irregolarità amministrative. Il Matera Sport fallisce. Durante la stagione 95/96 nasce la Polisportiva Matera. Disputa un campionato in C2 ma poi viene condannata a un’altra retrocessione a tavolino per questioni economiche.

La seconda squadra

Nel ’98 nasce una seconda squadra di calcio materana: l’Associazione Sportiva Materasassi. Nel campionato di Eccellenza Lucana del 98/99 ritorna il derby a Matera con la sfida tra il Materassassi e la Polisportiva Matera. E se da un lato si assiste al fallimento della Polisportiva Matera, dall’altro vediamo come il Materassassi, nonostante le difficoltà economiche, si fa strada nel panorama calcistico regionale e interregionale. Nelle stagioni 2004/05 e 2005/06 il Matera riesce a conservare la Serie D grazie alle vittorie nei play-out. Nella stagione 2009/10 vince la Coppa Italia di Serie D, altro importante trofeo collocato in bacheca insieme al trofeo Jacinto. Vince i play off ed è ripescato in Lega Pro Seconda Divisione e torna così in un campionato professionistico dopo 13 anni. Nel 2012, su iniziativa dell’imprenditore Saverio Columella, nasce una nuova realtà calcistica: l’A.S.D. Matera Calcio che disputa il campionato di Serie D. Nel 2014 cambia denominazione in S.S. Matera Calcio e torna nel terzo livello del calcio italiano. Nella stagione 2016/17 arriva in finale di Coppa Italia Lega Pro.

Il Matera Calcio oggi

Nell’agosto 2018 il Matera Calcio viene rilevato dall’imprenditore materano Nicola Andrisani e dall’avvocato Vitantonio Ripoli e nel mese di ottobre viene nominato il nuovo presidente, l’imprenditore avellinese Rosario Lamberti. La Società Sportiva Matera Calcio, sotto la guida dell’allenatore Gaetano Auteri, milita attualmente nel campionato di Lega Pro. Sta vivendo, però, un nuovo periodo di crisi e di incertezza per il futuro. La squadra si distingue anche per il suo impegno nel sociale grazie alla collaborazione con la FIDAS. I calciatori e la dirigenza promuovono la diffusione di messaggi per sensibilizzare i cittadini alla donazione di sangue.

Scudetto Matera Calcio

Logo – scudetto Matera Calcio

I simboli del Matera Calcio

Il primo colore adottato dalla squadra fu il granata. Nella stagione 67/68, invece, il Matera esordisce con la maglia bianca con una diagonale blu. Il bianco e l’azzurro, derivanti dallo stemma cittadino, diventano i colori definitivi del Matera Calcio. Il simbolo della squadra rispecchiava, fino al 2012, la divisa: uno scudetto bianco con una diagonale azzurra con la scritta ‘Matera’, e un pallone da calcio. Attualmente il logo del Matera è uno scudetto azzurro con lo skyline della città e la scritta ‘Matera Calcio’. L’inno ufficiale della squadra, a partire dal 2013, è “Dietro gli scaloni”, una melodia reggae composta da un giovane gruppo cittadino, i Roots’n’Stones Crew. Dietro le gradinate dello stadio è il posto di ritrovo della tifoseria.

Lo stadio

Il Matera disputa le partite in casa allo Stadio XXI Settembre-Franco Salerno, in onore di colui che fu il presidente della squadra per oltre 20 anni e che assicurò l’ingresso nella Serie B. Terminato nel 1933, cambiò denominazione nel corso del tempo. Inizialmente fu dedicato a Luigi Razza ma nel dopoguerra fu cambiato il nome in Stadio XXI Settembre per ricordare la strage di Matera del 21 settembre 1943. Il 16 giugno 2001 è stato aggiunto il nome di Franco Salerno.  Nel 1979, in occasione della promozione in B, lo stadio fu ristrutturato. Furono costruite le due curve e la gradinata. La capienza totale dello stadio arrivò a circa 15.000 posti, poi ridotti per motivi di sicurezza e ordine pubblico.

Il Matera Calcio, tra cinema e letteratura

Nel 2014 il registra Sandro Veglia realizza un lungometraggio sulla promozione del Matera in Serie B, intitolato 9 giugno 1979. Una città nel pallone. Il docufilm è stato premiato dalla FICTS durante lo Sport Movies & Tv – Milano International FICTS Fest. Il Matera calcio è anche il soggetto principale del libro di Luciano Aprile Dove non arrivavano i treni arrivò la serie B. L’autore, professore di filosofia ed ex calciatore, racconta episodi della storia nel Matera vissuti in prima persona.

 

Matera Calcio, la sua storia tra alti e bassi ultima modifica: 2019-01-24T19:39:59+00:00 da Serena Villella

Commenti

To Top