ARTE CULTURA

La persistenza degli opposti, il genio di Dalì in mostra a Matera

Mostra Dali Immagine Copertina

“Salvador Dalì – La persistenza degli opposti”, questo il titolo della mostra sul grande artista spagnolo allestita a Matera. In esposizione duecento opere di Salvador Dalì che rappresentano temi come “il tempo millenario e fugace, l’involucro duro e il contenuto molle, la dialettica tra religione e scienza, la metamorfosi della realtà in surrealtà”. Queste le dicotomie che caratterizzano la mostra organizzata dalla società internazionale Dalí Universe. A collaborare per l’organizzazione dell’evento, il circolo “La Scaletta” che opera da anni nel capoluogo lucano. Naturalmente, importante e prezioso, è stato il contributo del Comune di Matera che si è occupato delle installazioni esterne.

Mostra Dali Opera In Piazza

La parola chiave è innovazione

La mostra è stata inaugurata nel dicembre scorso e andrà avanti fino al 30 novembre 2019. Il percorso espositivo comprende opere di diverse dimensioni e fattura che esprimono il surrealismo di Dalì in uno scenario unico ed esclusivo. La parola chiave della mostra è ‘innovazione’. Tutto è impreziosito da ologrammi, realtà virtuale, proiezioni 3D e video mapping realizzati dalla società Phantasya srl.

Mostra Dali La Donna In Fiamme

Nel percorso espositivo vi sono anche un’area cinema ed un laboratorio multimediale a scopo didattico, destinato al pubblico più giovane. L’esposizione “Salvador Dalì – La persistenza degli opposti” è stata curata da Beniamino Levi presidente della Dalí Universe, con il supporto di Marco Franchi general manager della società. La direzione artistica è di Roberto Pantè, il coordinamento delle attività internazionali è curato da Patrizia Minardi.

Le opere

Le duecento opere autentiche di Salvador Dalí in esposizione a Matera costituiscono un percorso tematico che indaga nei meandri della psicologia e dell’ispirazione artistica dell’eclettico e poliedrico artista. Tre sculture monumentali: l’Elefante Spaziale, il Piano Surrealista e la Danza del Tempo II sono state installate per le vie del centro storico della città. Le altre opere sono sculture museali grandi e piccole, illustrazioni, opere in vetro, libri illustrati e arredi. Location esclusiva del percorso espositivo è il complesso rupestre di Madonna delle Virtù e San Nicola dei Greci.

Mostra Dali Sculture Esposte

La mostra è un grande evento che va ulteriormente ad arricchire il ricco programma di questo anno straordinario in cui Matera è capitale europea della cultura. La collezione Dalí Universe presenta la più ampia raccolta di sculture in bronzo, mobili surrealisti, oggetti in oro, sculture in vetro, grafiche autografe, gouache e molte altre opere d’arte di Salvador Dalí. Si tratta di una delle collezioni più importanti al mondo di sculture e opere tridimensionali del genio catalano. I capolavori in esposizione, nella capitale europea della cultura 2019, hanno già girato il mondo in più di cento musei internazionali e location d’eccezione.

Gli organizzatori

Ad organizzare la grande esposizione materana è la Dalì Universe, società specializzata che gestisce una delle più grandi collezioni private di opere d’arte dell’artista spagnolo. L’organizzazione è diretta da Beniamino Levi, mercante d’arte e collezionista italiano che ha lavorato con Dalí negli anni ‘60.

Mostra Dali Opera Esposta In Strada

A collaborare con la Dalì Universe il circolo “La Scaletta” presieduto da Francesco Vizziello, un’associazione culturale impegnata da oltre mezzo secolo nella conservazione e valorizzazione del patrimonio storico, artistico e ambientale di Matera. La società Phantasya srl di Roberto Pantè ha ideato un percorso sensoriale che lega idealmente la storia millenaria di Matera e la filosofia di Salvador Dalí”. Nell’intento dei promotori del grande evento, che andrà avanti fino a novembre, il grande desiderio che “Materà viva attraverso Daì e Dalì attraverso Matera”.

(Foto Facebook ‘Dalí Matera – La Persistenza degli Opposti’)

La persistenza degli opposti, il genio di Dalì in mostra a Matera ultima modifica: 2019-01-23T10:30:31+02:00 da Maria Scaramuzzino
To Top