EVENTI NEWS

Matera capitale europea della cultura, si svela splendida al mondo

Sassi di Matera - veduta panoramica di Matera

Matera, capitate europea della cultura! Sono giorni trepidanti a Matera, una città che sta guardando al futuro; lo dimostreranno queste righe di materani che sognano “lo spazio”! Matera, eletta “Capitale europea della cultura 2019” ci rende tutti fieri e orgogliosi. Saremo tutti trepidanti di vivere da italiani un anno intero, in cui le luci saranno puntate sulla Basilicata; incredibilmente, queste lampadine, su basi di legno, le hanno montate tutte i cittadini comuni.

Matera, “Capitale europea della cultura”

Dal 1985, nell’ambito dell’Unione Europea, una città è scelta ogni anno, ricevendo la “chance”, di presentarsi, e promuoversi nella dimensione culturale. Matera sta indossando l’abito buono, quello della festa, per presentarsi sul palcoscenico della comunità internazionale. Dal 1999 si è passati dalla “Città europea della cultura” alla “Capitale europea della cultura”; sono cambiati gli standard di designazione e numero di città in lizza.

matera capitale europea della cultura- cielo terso

Matera è la quarta città italiana a ricevere il titolo di capitale della cultura, preceduta da Firenze nel 1986, Bologna nel 2000 e Genova nel 2004. Matera è stata designata “Capitale europea della cultura 2019” da una giuria presieduta da un rappresentante della Commissione europea. Questa commissione, composta di stranieri e italiani, doveva scegliere tra Cagliari, Lecce, Siena, Perugia e Ravenna. La “Città de Sassi”, ha vinto non solo per le sue bellezze, ma anche per aver promosso in modo eccellente la candidatura.

La “città dei sassi”

Senza dubbio l’occasione e l’opportunità di promozione e di sviluppo per la città lucana è unica e imperdibile. Sono stati previsti degli introiti di circa trenta milioni di euro, di cui quasi il 70 percento di solito proviene da enti nazionali e locali. Tuttavia, l’evento, che si protrae per un anno, è talmente ampio, da non poter essere quantificato del tutto a bocce ferme.

matera capitale europea della cultura- notte

La crescita in termini di presenze e arrivi legati al turismo è stata addirittura raddoppiata e mantenuta nel tempo in alcuni casi. Tutti i cittadini a Matera sono protagonisti e tutti sono attivi per promuovere la “”città dei sassi” e per auto promuoversi. A Matera la natura e l’uomo che l’ha plasmata sono interpreti nella storia, nel paesaggio e nelle tradizioni. La capitale della cultura già da ora si rivela e si mostra nei numerosi musei e centri culturali “viventi” in case antiche di grande suggestione.

L’arte a Matera

Dal 1993 i “Sassi” di Matera e il Parco delle Chiese Rupestri sono Patrimonio Mondiale dell’Umanità. In lei si fondono vestigia di una cristianità antica, con le oltre centocinquanta chiese rupestri, “ricamate” da incantevoli affreschi bizantini. Suggestiva è la Cripta del Peccato Originale, conosciuta anche come la “Cappella Sistina” della pittura parietale rupestre.

 matera capitale europea della cultura- mappa antica

Matera si è pregiata di aver sempre ospitato tanti artisti, specie maestri della scultura, com’è documentato nel Museo di Scultura Contemporanea; della fotografia, come Henry Cartier-Bresson, Mario Cresci e Franco Pinna. La sua seducente atmosfera e il fascino che la rendono unica, l’hanno fatta conoscere anche attraverso il cinema. Pensiamo a Pier Paolo Pasolini, con “Il Vangelo Secondo Matteo”, o Mel Gibson, con “The Passion”. Di recente anche con Cyrus Nowrasteh, con “Christ The Lord: Out of Egypt”, e Timur Dekmambetov, con il remake di “Ben-Hur”.

Matera capitale europea della cultura

Matera di notte con le sue luci, bagliori e barbagli di luce, sembra un immenso presepe. Di giorno la luce del sole colpisce le case in pietra come incastri, e scale unite e fuse; embra appartenere a un universo parallelo e magico. Entusiasta si è mostrato anche il dott. Rossano Cervellera, porta voce del sindaco di Matera.

matera capitale europea della cultura- Rossano cervellera

Egli ci ha parlato in una piacevole chiacchierata di come la popolazione locale si è occupata del progetto. Basilare è stata la Fondazione Basilicata 2019, con il consiglio provinciale, la Camera di Commercio, il Comune, la Regione, l’università della Basilicata; a capo il presidente Paolo Verri. Secondo Cervellera vincente è stato nel processo di candidatura, partito dal basso. Una ragazza di Matera che si trovava a Bruxelles, nel 2007 seppe che nel 2014 l’Italia sarebbe stata candidata, e propose all’allora sindaco di proporre Matera.

L’ascesa di Matera come capitale europea della cultura

Partecipano al progetto 6.000 i cittadini, attivi nell’intero percorso di realizzazione, allestendo le luminarie che sembrano puntatori di google. Queste luci sono dislocate lungo tutta la città a indicare i punti del percorso. Le luci sono state montate a mano su strutture di legno. Cervellera ci ha parlato con emozione di tutti gli eventi prodotti, pensati, ideati messi in opera da associazioni locali, di assoluta matrice materana.

matera capitale europea della cultura- innevata

Questa “matrice locale artigianale” ha convinto la commissione a scegliere Matera, una città che è apparsa subito in salita, non seduta sugli allori; una città che aveva qualcosa da fare per il futuro, “un futuro aperto”! 8.000 anni di vita, per una città rinnovata, che ha vissuto anche centocinquanta anni in povertà nelle grotte, che erano depositi e stalle. Cervellera ci ha parlato anche di un’associazione di Lucani nel mondo; in Argentina, Canada, Usa, Belgio.
Uno dei progetti di Matera 2019 riguarda parchi tematici che raccontano l’evoluzione umana dal paleolitico al cibernetico. Suggestiva sarà l’osservazione dei buchi neri dal centro di geodesia spaziale di Matera, che lavora con la NASA, che collabora per la missione su marte. I lucani sono fieri di ricordare Rocco Petrone, figlio di un emigrante, la cui madre vedova partì con tre figli per gli Usa. Rocco Pedrone fu direttore della missione apollo 12; l’allunaggio dell’uomo. Ringraziamo il dott. Cervellera per le belle parole pregne di orgoglio e Matera che ci rende fieri.

Simona Aiuti

Autore: Simona Aiuti

Mi chiamo Simona Aiuti, sono giornalista, web editor e autrice di romanzi.
La scrittura è parte di me; amo la letteratura, esplorare i mutamenti del costume, la storia, lo sport, e l’arte. Mi piace visitare i musei, le mostre. Sono affascinata dall’inconoscibile e curiosa del mondo.

Matera capitale europea della cultura, si svela splendida al mondo ultima modifica: 2019-01-23T10:13:40+00:00 da Simona Aiuti

Commenti

To Top