itMatera

COSA VEDERE STORIA

Museo Lucania Occidentale: 16 secoli di storia in esposizione

Museo Lucania Occidentale - Museo Lucano

Museo Lucania Occidentale dal 1957, un lungo percorso. La struttura raccoglie i reperti degli scavi eseguiti dalla direzione dei Musei Provinciali di Salerno. La sede del museo è nella Certosa di San Lorenzo di Padula, il celebre cenobio dei certosini nato grazie al conte Tommaso II Sansevirino nel 1306. Parliamo di circa 1500 tombe. Nel museo sono conservati anche i materiali rinvenuti nel circondario alla fine dell’Ottocento.

Museo Lucania Occidentale

L’esposizione abbraccia un arco temporale di 16 secoli. Partiamo dal X sec. a.C. al VI sec. d.C., ed è destinata ad ampliarsi. Il percorso museale parte dai reperti dell’Età del ferro. Le tombe maschili presentano armi e fibule ad arco serpeggiante. Quelle femminili contengono gli oggetti della filatura e fibule ad arco ingrossato. Dal IX sec. in poi i corredi sepolcrali presentano un numero maggiore di oggetti. In particolare, le tombe femminili dell’VIII sec. sono ricche di oggetti ornamentali.

Museo Lucania Occidentale  - Anfore Bianche inclinate

L’allestimento del museo subì vari cambiamenti e spostamenti durante gli anni. Le riprese cinematografiche del film C’era una volta…comportarono lo sgombero del museo dal Refettorio, dove era sistemato e dove non ritornò. Si possono trovare armi, oggetti della filatura e fibule ad arco ingrossato. Dal IX sec. in poi i corredi sepolcrali presentano un numero maggiore di oggetti. In particolare, le tombe femminili dell’VIII sec. sono ricche di oggetti ornamentali.

La necropoli di Padula

In questo secolo si trova il vaso, il kántharos, di origine balcanica. La cui presenza perdurerà, seppur con varianti, finché la necropoli di Sala continuerà a essere utilizzata. Ad un certo punto compaiono altri vasi, tra cui l’oinochóe (vaso per versare il vino), mentre diminuiscono gli oggetti di ornamento personale e delle fibule.

Museo Lucania Occidentale  - Grotte con celle funerarie

Nelle sepolture maschili le armi sono tutte in ferro. La necropoli di Padula è caratterizzata dalla presenza di vasi greci, attici, di eccellente qualità. Essi hanno consentito non solo di datare, ma anche di classificare le sepolture, distinguendo (secondo la tipologia dei vasi; quelle maschili da quelle femminili. Infatti, solo raramente si sono trovati armi e oggetti di ornamento personale. Al IV sec. a.C. appartiene un gruppo di antefisse con rappresentazione di teste di Menadi e Sileni, rinvenute nel 1957-58. Del III-II sec. a.C. è il gruppo dei capitelli scoperti alla fine del secolo scorso.

Basilica paleocristiana

Le statue e le stele funerarie sono della tarda età repubblicana. All’epoca tardo-antica (III-IV sec. d.C.) appartengono, infine, i materiali provenienti da una villa romana, poi trasformata probabilmente in basilica paleocristiana, scoperta nel 1956. Al IV sec. a.C. appartiene un gruppo di antefisse con rappresentazione di teste di Menadi e Sileni, rinvenute nel 1957. Del III-II sec. a.C. è il gruppo dei capitelli figurati, scoperti alla fine del secolo scorso nei pressi della Certosa; le statue e le stele funerarie sono della tarda età repubblicana.

Museo Lucania Occidentale  - Anfore all'aperto

All’epoca tardo-antica (III-IV sec. d.C.) appartengono, infine, i materiali provenienti da una villa romana, poi trasformata probabilmente in basilica paleocristiana, scoperta nel 1956. Sono conservati anche i reperti rinvenuti in località San Cristoforo a Padula, durante gli scavi degli anni 1956-59 e pertinenti a un’abitazione di II sec. a.C., tra cui notevole è il torso virile marmoreo con resti del panneggio sulla spalla.

Museo Lucania Occidentale: 16 secoli di storia in esposizione ultima modifica: 2021-02-24T07:51:27+01:00 da simona aiuti

Commenti

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
To Top