La fontana degli innamorati a Matera - itMatera

itMatera

ARTE LUOGHI DI RITROVO

La fontana degli innamorati a Matera

La fontana degli innamorati a Matera - Complesso Scultoreo di Matera

La fontana degli innamorati a Matera, da qualche anno si è aggiunta alle tante attrazioni della città; con non poca fortuna a quanto pare. Il complesso scultoreo è piuttosto articolato e molti si recano in città per ammirarlo e forse anche per qualche rito propiziatorio

La fontana degli innamorati a Matera

Composto da ben cinque statue in bronzo a grandezza naturale, è stato installato in via Muro, proprio nei Sassi di Matera. L’opera scultorea, progettata dai disegnatori Enzo Viti e Teresa Lupo è stata realizzata dallo scultore Domenico Sepe. L’opera è costata circa 160mila euro, ed è stata finanziata con i fondi stanziati dal ministero della Cultura; nell’ambito della legge 208/2015. Il “marchio di fabbrica” di questo artista è l’uso del bronzo.

Domenico Sepe
Domenico Sepe al lavoro (Foto Wikimedia Commons)

Nel suo palmarès vanta come riconoscimenti la medaglia d’oro premio internazionale “Ruggiero II il Normanno”, della città di Afragola (Na). La medaglia d’oro, del comune di Ospedaletto, per la realizzazione di un monumento pubblico; il premio internazionale “Giuseppe Cascella”. Inoltre il premio San Giacomo, tutore del patrimonio e delle tradizioni vesuviane; un riconoscimento per l’opera di San Giovanni Calibita, voluta dall’amministrazione comunale di Caloveto ed anche un riconoscimento per l’opera di San Francesco d’Assisi realizzata a Castropignano.

L’amore tra i Sassi

Il finanziamento complessivo per questa opera a Matera era unicamente utilizzabile per l’acquisto di immagini visive, di immagini scultoree raffiguranti la vita nei Sassi; e di installazioni di arte urbana. L’insieme riguarda come si può vedere il tema del corteggiamento e dell’innamoramento, come accadeva un tempo nei pressi delle fontane. E’ in qualche modo la rivisitazione di una scena di vita vissuta; oggi scomparsa, ma che era comune e molto ricordata dagli abitanti più anziani degli antichi rioni di Matera.

Sassi Invisibili
I Sassi di Matera

Quando si andava a prendere l’acqua alla fontana, la ragazza poteva vedere o incontrare lo sguardo del pretendente. All’epoca, lì lungo il parapetto che costeggia la gradinata di via Muro; molti giovanotti aspettavano il passaggio delle fanciulle, per scambiarsi sguardi d’intesa. Erano tempi in cui il concetto di pudore era ben diverso rispetto ad oggi. La vita tra i Sassi aveva regole molto rigide.

Quando ci si incontrava alla fontana del paese

Le giovinette non potevano andare da sole per i vicoli, e prendere l’acqua era “un’occasione” rara. Uno dei pochi momenti in cui erano sole, era appunto quello del riempimento d’acqua delle giare alle fontane pubbliche. Durante l’approvvigionamento, c’erano le schermaglie amorose. C’erano anche brevi dialoghi, gesti e accordi, anche per dove si andava a fare il bucato. Il complesso, immerso nel Sasso, in bronzo fuso in cera; ricorda quindi ai materani una consuetudine che era diffusissima in un passato neanche tanto lontano. I giovani innamorati materani, s’incontravano proprio in quel punto dove c’era una fontana di ghisa lontano da occhi indiscreti, per suggellare il loro legame d’amore.

La fontana degli innamorati a Matera - Fontana degli innamorati in dettaglio

E’ bello immaginare i turisti, speriamo sempre più numerosi, che in futuro possano celebrare lì con delle foto il loro amore. Scambiarsi magari un pegno d’amore, come un geco; animale millenario dell’habitat rupestre riprodotto dagli artisti-artigiani materani in ceramica o in tufo.

(Foto Comune di Matera)

La fontana degli innamorati a Matera ultima modifica: 2022-02-22T07:12:31+01:00 da simona aiuti

Commenti

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Promuovi la tua azienda in Italia e nel Mondo
To Top
1
0
Would love your thoughts, please comment.x