CULTURA EVENTI

Matera chiude alla grande l’anno europeo della cultura

Matera Chiude con lo Spettacolo

Matera chiude alla grande l’anno europeo della cultura. Un anno straordinario con numeri da record: una scommessa vinta per la Basilicata e per tutto il Sud Italia. Matera 2019 chiude con un bilancio molto positivo e, insieme a Plovid (Bulgaria) passa il testimone da capitale europea della cultura 2020 a Fiume (Croazia) e Galway (Irlanda).

matera chiude l'anno europeo con migliaia di persone

L’ultima, lunga giornata di un anno da capitale, è stata caratterizzata dalla presenza del presidente del Parlamento europeo David Sassoli. Tra i tanti ospiti istituzionali anche i ministri per i Beni culturali e per il Sud, Dario Franceschini e Giuseppe Provenzano.

Matera chiude un anno spettacolare

Le tante autorità presenti alla cerimonia di chiusura hanno evidenziato che il 2019 deve essere solo un punto di partenza. L’inizio dello straordinario anno, appena trascorso, ha una data ben precisa: il 17 ottobre 2014. In quella ormai memorabile giornata, proprio Dario Franceschini (all’epoca sempre ministro per i Beni culturali) ha scritto su un tablet il nome di Matera.

matera chiude l'anno

La città dei Sassi, in quell’occasione, è stata designata come capitale europea della cultura 2019. Ora che lo storico anno è finito, si può ben dire che dal 2014 ad oggi Matera ha conquistato il mondo. E così gli ultimi dati parlano di 865 mila pernottamenti nell’anno europeo della cultura, con un aumento del 44 per cento di presenze di turisti stranieri. Sono stati invece 1.228 gli eventi (dei quali 410 in vari centri della Basilicata) organizzati dalla Fondazione Matera Basilicata 2019.

matera chiude l'anno dedicato al futuro

Complessivamente si tratta di un totale di 328 mila accessi, 74 mila i “passaporti” venduti e 1.500 volontari impegnati. Numeri che non bastano per rendere in pieno l’idea del riscatto totale raggiunto da Matera, per anni considerata la vergogna d’Italia.

Matera chiude con David Sassoli presidente del Parlamento europeo

ll merito più importante di quest’anno è che Matera ha vissuto in libertà la possibilità di godere di questo palcoscenico e ha restituito tanto”. Così David Sassoli, presidente del Parlamento europeo, che ha partecipato alla giornata conclusiva dell’anno europeo materano. “Noi – ha aggiunto Sassoli – abbiamo un’Europa che è distante da tante zone, da tanti territori, non solo italiani: queste esperienze servono ad accorciare queste distanze“.

Matera Chiude l'anno con il presidente del parlamento europeo Sassoli

“La storia di Matera fa venire i brividi”

“Quella di Matera è una storia che fa venire i brividi. Dalla miseria in cui versava fino all’immediato Secondo dopoguerra, al riscatto che l’ha portata a essere una città piena di turisti e di iniziative culturali. La vicenda di quella che ormai in molti chiamano la ‘Basilicon Valley’ è un modello esemplare”. Queste le considerazioni del ministro Franceschini che ha aggiunto: “Nei Sassi ci sono start up, hotel diffusi, iniziative artigianali che parlano di una città che è cambiata. Una prova di quanto investire in cultura e in turismo nel Mezzogiorno è una grande opportunità di crescita per un territorio che è pieno di meraviglie.

il ministro Franceschini ospite a matera

Oggi Matera è cresciuta ancora di più: la capitale europea della cultura 2019 ha goduto di un palinsesto straordinario di eventi che per dodici mesi l’hanno resa protagonista nel mondo.

Le capitale europee della cultura 2020 saranno Fiume e Galway

Centinaia di migliaia di visitatori sono divenuti cittadini temporanei della città sito Unesco, vivendone la magia. Ora il testimone passa a Fiume e Galway in un percorso ideale che lega le città del nostro continente nel nome della cultura. La sfida vinta nel 2014 è stata portata a compimento con successo e ha avviato un cammino di crescita sostenibile del territorio sul quale sono certo si proseguirà con determinazione”.

Manuel Agnelli direttore artistico della cerimonia di chiusura

Manuel Agnelli, musicista e leader degli Afterhours, è stato il coordinatore artistico di “Open Future, Together!”, la cerimonia di chiusura di Matera capitale europea della cultura. Già nelle settimane precedenti alla manifestazione, l’artista è stato ospite nella città dei Sassi per realizzare il trailer di lancio per l’evento “Open Future, Together!”.

lo show finale dell'anno europeo della cultura

Tanti gli ospiti internazionali che si sono avvicendati sul palco alla Cava del Sole per chiudere in musica l’incredibile anno materano. Si è trattato di uno “show multimediale a tutti gli effetti” come lo ha definito Paolo Verri, direttore generale della Fondazione Matera-Basilicata 2019.

(Foto Matera 2019)

Matera chiude alla grande l’anno europeo della cultura ultima modifica: 2019-12-24T06:47:43+01:00 da Maria Scaramuzzino

Commenti

To Top