I MATERANI RACCONTANO MATERA

itMatera

ARTE ARTIGIANATO

Il Mib a Matera, il museo della Bruna nella città dei Sassi!

Il MIB a Matera - Angelo In Cartapesta

Il Mib a Matera testimonia una realtà storica unica e molto sentita. Grazie ad un percorso “immersivo”, delineato da illuminazioni, immagini, suoni e colori, si possono rivivere i momenti più belli, di una festa emozionante e suggestiva. La “Bruna” ogni anno attira migliaia di visitatori da tutto il mondo, e lo fa in una location scenografica nel cuore dei Sassi.

Il MIB a Matera

Inoltre, Il Mib di Matera ospita, una fedele ricostruzione in scala 1:1 del Carro Trionfale della Bruna. Da 630 anni a Matera il mattino del due luglio, un  carro artigianale di cartapesta attraversa la città portando su di sé la statua della Madonna della Bruna. Tutta la preparazione e il lavoro significano moltissimo per la popolazione, che partecipa coralmente.

Festa Della Bruna col Carro Trionfale

Lo stesso giorno della festa, in tarda serata, il carro compie “tre giri” in piazza Duomo. Ciò simboleggia la presa di possesso della città da parte della sua patrona, in una città che si offre. Il carro è circondato da cavalli decorati e bardati da fiori di carta e da cavalieri in costume tipico, tirato da muli con tanti campanelli. Tuttavia si lascia assaltare dalla folla, che di fatto lo disfa con il famoso ‘strazzo’. Oggi esiste un museo che racconta tutto ciò, in una città già sito Unesco dal 1993 e capitale europea della cultura 2019.

La Bruna e il Mib a Matera

Quindi, con la creazione di questo museo, la città continua l’opera di valorizzazione delle proprie radici, della civiltà contadina del passato. Il rito dello “strazzo”, che distrugge il carro, rappresenta una simbologia profonda che si rinnova ogni anno. I materani, nei secoli, da contadini abituati con mani rugose a lavorare la terra e a custodire gli animali, hanno estratto la bellezza dalla cartapesta.

Festa Della Bruna con Lo Strazzo del carro

Le mani callose e stanche dal lavoro sulla terra durissima della murgia, maneggiando carta, colla e foglia d’oro, hanno realizzato manufatti di cartapesta meravigliosi. I carri, nei secoli, attraversando la città,  hanno portato un monito. Non è bene affezionarsi troppo alle cose materiali nella loro caducità. Gli oggetti e i simboli, sono strumenti effimeri che servono a veicolare valori universali. Le cose si distruggono e si ricostruiscono perché il popolo ha risorse sufficienti, affinché ogni anno, possa rinascere e fare sempre meglio.

La cartapesta al Mib

Questa è l’origine della festa della Bruna materana, che il visitatore riscopre in un percorso multimediale immersivo grazie al Mib. Tutto è emozionante e coinvolgente, in un sito che prevede un’area shopping di manufatti di cartapesta e di riciclo creativo e artistico. Quindi, la cartapesta, che è il cuore di tutto, rappresenta un’arte povera che si riscopre moderna. Infatti, oggi, in una società che vuole convertire il consumo in passione per il recupero, i lavori con la cartapesta attraggono anche i bambini.

Il MIB a Matera - Carro della Bruna

Quindi, a Matera esiste un riciclo non solo dei materiali ma il recupero dei valori più profondi. La cartapesta è una tecnica artistica molto antica, che a Matera si è fatta preghiera devozionale. Già nel IV secolo a.C. i Greci utilizzavano fibra di lino, stucco e colore per realizzare, le maschere comiche per il teatro. Il suo utilizzo è comune in Italia dal Cinquecento, quando si iniziano a realizzare statue sacre di carta.

(Foto Facebook Festa della Bruna/Mib)

Simona Aiuti

Autore: Simona Aiuti

Mi chiamo Simona Aiuti, sono giornalista, web editor e autrice di romanzi. La scrittura è parte di me; amo la letteratura, esplorare i mutamenti del costume, la storia, lo sport, e l’arte. Mi piace visitare i musei, le mostre. Sono affascinata dall’inconoscibile e curiosa del mondo.
Il Mib a Matera, il museo della Bruna nella città dei Sassi! ultima modifica: 2019-12-31T09:15:17+01:00 da Simona Aiuti

Commenti

To Top