Biennale d’arte contemporanea della Murgia - itMatera

itMatera

ARTE CULTURA

Biennale d’arte contemporanea della Murgia

Biennale d’arte contemporanea della Murgia, per una regione sempre più votata alla cultura, con un’attenzione particolare alle vittime di violenza - Locandina della biennale

Biennale d’arte contemporanea della Murgia, una kermesse che è un anello di congiunzione tra la Lucania e la Puglia: una prima edizione con grandi prospettive per il futuro. Partecipano come sedi ufficiali, il Museo Nazionale di Matera, il Museo Archeologico di Altamura e la Fondazione Pomarici Santomasi di Gravina.

Biennale d’arte contemporanea della Murgia

Si aggiungeranno poi, la Pinacoteca Perotti di Cassano delle Murge e il Museo Capitolare di Gravina. L’evento di grande spessore culturale, con una “grande cordata” vede la luce come evento dedicato alle vittime di tutte le stragi. In divenire, ci sarà certamente spazio per una molteplicità d’arti, come la pittura, la scultura, la fotografia; ma anche l’architettura, così come la video art e il cinema.

Museo Matera

Sarà comunque “un ensemble”, composta da 168 artisti. Saranno tutti protagonisti e quindi al centro delle iniziative previste all’interno di alcuni importanti contenitori culturali delle città coinvolte nella biennale che si avvale della direzione artistica di Michele Di Leo. La kermesse si articolerà in un percorso che spazierà tra le diverse arti; divise per sezioni, concludendosi il 10 gennaio 2022. La provenienza degli artisti è davvero molto varia. Parliamo di tanti Paesi tra cui l’Italia naturalmente e poi Turchia, Svizzera, Germania, Olanda, Francia e Spagna.

Fondazione Pomarici Santomasi di Gravina

Ma anche Grecia, Croazia, Bulgaria, Lituania, Estonia, Ucraina, Russia, India, Iran, Cina, Giappone, Canada Stati Uniti, Argentina e Australia. Quindi, a cavallo tra Puglia e Basilicata nasce la Prima Biennale d’Arte contemporanea della Murgia. L’evento avrà come focus l’ambiente, la memoria e il futuro. Nei Comuni di Cassano delle Murge, Altamura, Gravina e Matera ci sarà spazio per una molteplicità d’arti. Una miscellanea di linguaggi diversi e complessi, specchio della globalizzazione attuale sempre più presente anche nelle nuove tendenze artistiche.

biennale d'arte contemporanea

A Gravina, ad ospitare le opere e gli eventi previsti saranno protagonisti l’ex convento di Santa Sofia, il Castello Svevo, la Fondazione Santomasi e il museo Capitolare d’arte sacra. Mentre il museo Archeologico di Altamura, il Museo Nazionale di Matera (Palazzo Lanfranchi), la pinacoteca Armando Perotti e il Museo Civico di Cassano delle Murge saranno gli altri luoghi deputati ad ospitare l’evento. Più artisti insieme per una fusione virtuosa di antico e moderno; per onorare le vittime di tutte le stragi e farsi costruttori di pace. Il programma completo della biennale è sul sito di Giorgio Bertozzi, ufficio stampa dell’iniziativa, in quanto il sito ufficiale della biennale è attualmente in fase di manutenzione.

Biennale d’arte contemporanea della Murgia ultima modifica: 2021-10-05T08:57:21+02:00 da simona aiuti

Commenti

Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments

Grazie.

Promuovi la tua azienda in Italia e nel Mondo
To Top
1
0
Would love your thoughts, please comment.x